Scritta da: Lucio Dusso
Se Cristo domani batterà alla vostra porta, Lo riconoscerete?
Sarà, come una volta, un uomo povero, certamente un uomo solo.
Sarà senza dubbio un operaio,
forse un disoccupato,
e anche, se lo sciopero è giusto, uno scioperante.
O meglio ancora tenterà di piazzare delle polizze d'assicurazione
o degli aspirapolvere...
Salirà scale su scale, senza mai finire,
si arresterà senza fine sui ballatoi,
con un sorriso meraviglioso
sul suo volto triste...
Ma la vostra porta è così arcigna.
E poi nessuno scorge il sorriso
delle persone che non vuol ricevere.
Oppure la minuscola governante ripeterà, come una lezione:
"La signora ha i suoi poveri".
E sbatterà la porta
in faccia al povero
che è il Signore...
O se gli si chiede:
"Cosa sai fare?"
non può rispondere: tutto.
"Donde vieni?"
non può rispondere: da ogni dove.
"Cosa pretendi di guadagnare?"
non può rispondere: voi.
Allora se ne andrà
più abbattuto, più annientato,
con la Pace nelle Sue mani nude".
Raoul Follereau
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di