Frasi di Porfirio Capociuchi

Nato a todi (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Porfirio
La contraddizione
Essere contraddittori: tutti lo siamo.
Anche coloro che sembrano seguire una linea retta e senza ombre in realtà, sono preda di sogni, di desideri, di volontà, di confusione, di sentieri paralleli e diversi che si allontanano nel bosco dei pensieri e delle azioni.
Apparentemente senza logica, tutti questi fantasmi creano disagio, costringono a continue riflessioni e negazioni e ripensamenti e aggiustamenti e compromessi, forse con la speranza che prima o poi confluiscano in una sintesi che li faccia ritrovare rinnovati e consapevoli.
Ma forse questa è pura illusione.
È vera, invece, e continua, la lotta per trovare equilibrio e saggezza, quasi una meta promessa dalla esperienza che però sfugge, forse non esiste; forse l'unica verità è proprio in quel movimento assurdo dell'anima che, inquieta, si presenta alle cose; che, oscura, cerca qualcosa che le dia luce.
Ma anche questa è teoria, è inseguire il pensiero che si placa di se stesso quasi sazio dall'aver dato prova di esistere; poi avanza di nuovo la realtà delle cose da fare, da prendere, da sperimentare, da volere... e il moto riprende, continuo, a volte folle, sempre incapace di colmare l'ansia che abbiamo dentro di noi.
Porfirio Capociuchi
Composta martedì 29 novembre 2011
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Porfirio
    Quando la nostalgia diventa rimpianto è distruttiva, corrode la bellezza,
    la fa diventare opaca come un vecchio merletto ingiallito.
    Travolge il sorriso e lo trasforma in patetica smorfia.
    Non voglio cadere nel rimpianto mentre scrivo di tempi passati.
    Voglio scrivere della bellezza senza intaccarla, senza corroderla.
    Voglio che rimanga sospesa nel tempo con la sua luce intatta.
    Porfirio Capociuchi
    Composta giovedì 21 aprile 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Porfirio
      Vogliamo riempire la nostra vita e allora ci affanniamo nella ricerca di quel qualcosa che non esiste, pur di riempirla non badiamo a spese, ma è solo una ricerca materiale e a volte ci serve solo per vincere la nostra malinconia, la nostra solitudine, il nostro malessere esistenziale, ma è solo un palliativo.
      Abbiamo perso il gusto delle cose semplici, la spontaneità del bambino.
      Non sappiamo più emozionarsi davanti ad un bel tramonto, sotto le stelle in una notte di luna piena; il sorgere del sole ci appare solo come l'inizio di un altro giorno e non come un nuovo giorno.
      La natura ci offre spettacoli incredibili tutti i giorni ma non ne sappiamo gioire appieno perché il nostro sguardo è proiettato in una effimera, labile, temporanea compiacenza di noi stessi.
      Non c'è più in noi il gusto della sorpresa perché è tutto scontato o meglio, diamo tutto per scontato.
      Vogliamo essere felici in tutti i modi e a tutti i costi, e sprechiamo energie per ottenere, raramente per dare.
      È difficile trasmettere emozioni se emozioni non abbiamo.
      Porfirio Capociuchi
      Composta martedì 15 marzo 2011
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di