Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz
E poi, mentre mi guardava con gli occhi limpidi e fiduciosi, fu preso da un'inaspettata agitazione. C'è qualcos'altro di cui mi son reso conto: noi esseri umani siamo fatti di carne e ossa, e la nostra carne è la cosa più importante che abbiamo. Lo sai, dopo un po' ti accorgi di quante schiocchezze sostengano quelle grandi religioni e filosofie, predicando il valore della solitudine e dell'isolamento per la crescita spirituale e artistica.
Così finisci per privarti di tutto, per importi un'inedia totale nell'attesa e nella speranza di raggiungere un premio spirituale che non arriva mai, e poi un bel giorno eccoti là, solo, sul Manikarnika Ghat a trasformarti in cenere senza nemmeno un'anima su questo fottuto pianeta che provi il minimo dispiacere per te...
dal libro "I romantici" di Pankaj Mishra
Vota la frase: Commenta