Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi celebri di Mariella Buscemi

Psicologa/Autrice, nato domenica 3 gennaio 1982 a Enna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Mariella Buscemi
Sarebbe bello che chi ci ha fatto soffrire si sentisse sferzare continuamente la faccia con pensieri che sono pietre, avvertisse il desiderio ardente che è un coltello conficcato dentro, la paura che è unica custode dei nostri passi, l'ansia che ci fa ombra, la rabbia che è nostra gabbia. Sarebbe bello far provare loro tutto questo!
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Mariella Buscemi
    Bisognerebbe rilassarsi e lasciare il tempo, il modo, il cuore alle persone. La voglia di non correre affannosamente e gustarsi il panorama, con la smania dell'attesa e del desiderio dello scoprire ciò che potrà esserci dopo, dietro l'angolo; bisognerebbe non infastidirle lungo il tragitto ed i cambiamenti di meta. Viaggiare è un po' anche pensare, provarsi, per capire quanto bello troviamo il luogo verso il quale ci stiamo dirigendo.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Mariella Buscemi
      L'amore, e la ricerca esistenziale dello stesso, è dominato dall'incoerenza più feroce; si ama ciò che non conviene! Ciò lo connota di drammaticità eterna. Più che alla ricerca d'amore si è alla ricerca di dolore per perpetuare l'essenza della coincidenza tra il sentimento e la sofferenza. Non si ama per amare, ma per trovare la difficoltà nell'amore, giustificando così ogni fallimento amoroso, ogni distruzione di coppia, la tendenza al tradimento o agli amori facili che sbocciano da un giorno all'altro, facendo progredire solo il gusto e l'istinto e bandendo ogni forma di razionale coscientizzazione dei sentimenti. Non si ama l'altro, ma se stessi sopra ogni cosa, perseguendo una tendenza narcisistica, la definirei un'impotenza sentimentale che si avvale della quantità per supplire alla mancanza di qualità. Non si scelgono persone, ma vittime, in un circolo vizioso che ci rende apparentemente carnefici, rimanendo, in verità, vittime a nostra volta.
      Vota la frase: Commenta