Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi celebri di Mariella Buscemi

Psicologa/Autrice, nato domenica 3 gennaio 1982 a Enna (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Mariella Buscemi
E mi chiedo se si possa passare tutto questo tempo a mendicare, spiluccare, vagabondare ed indietreggiare. Ti vedo da lontano con la mano ritratta, il sorriso smorzato, di tre quarti per evitare il mio sguardo, silenzioso per glissare su ogni mia parola. Con te mi sento sottosopra, faccio tutto il contrario di tutto perché ho trovato quest'equazione semplice che pensavo fosse un modo di risolvere il peso dell'indifferenza, in realtà, di pesi ne prendo due sopra alle spalle, quello tuo per l'incomprensibilità di fondo che mi fa dare di matto e quello mio per il senso di inettitudine che, talvolta, mi pervade come impotenza crescente.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Mariella Buscemi
    E assaggiarti come le primizie, fare un giro con le dita che tracciano percorsi su pieghe e fessure, catturare ombre e luci incastrate tra gli occhi semichiusi. Non separo, non divido, non mi sottraggo, ma aggiungo, moltiplico ogni gesto, ogni progetto su te. Nulla mi sa di vuoto, mi riempio in un pieno, in un totale. È difficile anche respirare tra le emozioni forti. Dove iniziano i tuoi occhi, dove finiscono i miei capelli, dove originano le stelle, dove continuano le mani, dove s'incontrano le voglie, dove si fondono le anime, dove penetrano le luci, dove ansimano le bocche. I gesti non mi obbediscono. Sei come vino che scorre nelle gole e che inebria.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Mariella Buscemi
      E abiti nell'intercapedine del mio cuore fatiscente. Bevo l'acqua che scorre dai tetti e che si raccoglie nella grondaia d'un amore in costruzione. Anche stavolta mi tocca ingoiare detriti e terriccio, filtrare le impurità per quanto possibile, secernere il buono dal cattivo, ma molto veleno andrà a depositarsi lo stesso nel fondo dell'anima che non sa più di casa mia. T'aspettavi una reggia? Deluso? Vecchio castello decadente e senza ponte levatoio. Per raggiungermi? Guadare il fiume ed i suoi mostri! Per trovare cosa? Ricordi imbalsamati affissi alle pareti antiche, stanze sinistre e spettrali. E me.
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Mariella Buscemi
        Con te, è spesso alluvione. Rischio di allagare. Poi, spiove. Spiove sull'ansia, spiove sui muscoli tesi, spiove sulla mano che, ossessivamente, tira su la cornetta, poi la riposa, poi la riprende. Spiove sul sonno agitato, spiove sul letto dove mi giro e mi rigiro. Spiove sui tetti spioventi, spiove sulle nuvole che da grigie e cariche, pian piano si fanno meno paurose fino a diradarsi. Spiove sulla tua voce al telefono. Spiove.
        Vota la frase: Commenta