La mia era divenuta un'esistenza priva di senso, un insieme di frammenti anonimi dispersi come i cocci di un vaso di cristallo infranto: nessuno si era mai preoccupato di chinarsi a raccogliermi e mettere a posto quei pezzi taglienti come aghi, correndo il rischio di tagliarsi. Poi nella mia vita era entrato lui, in punta di piedi, senza far rumore; aveva avuto la pazienza di accettare me e le mie insicurezze, e fare di quest'ultime i tratti salienti della mia forza.
Mariagrazia Siciliano
Composta lunedì 14 luglio 2014
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di