Scritta da: Elisa M.
L'amore insensato che provo per lui rimane per me un insondabile mistero.
Non so perché lo amassi al punto di voler morire della sua morte.
Ero lontana da lui da dieci anni quando è successo e pensavo a lui solo di rado.
Come se lo amassi per sempre e niente di nuovo potesse succedere a questo amore.
Avevo dimenticato la morte.
Marguerite Duras
dal libro "L'amante" di Marguerite Duras
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Elisa M.
    Anni e anni dopo la guerra, dopo i matrimoni, i figli, i divorzi, i libri, era venuto a Parigi con la moglie.
    Le aveva telefonato. Sono io. Lei l'aveva riconosciuto dalla voce. Le aveva detto: volevo solo sentire la tua voce. Lei aveva detto: ciao, sono io.
    Era intimidito, aveva paura come prima, la voce improvvisamente gli tremava e in quel tremito, improvvisamente, lei aveva ritrovato l'accento cinese.
    Lui sapeva che lei aveva cominciato a scrivere libri, l'aveva saputo dalla madre incontrata a Saigon. Sapeva anche del fratello piccolo, disse che ne aveva sofferto pensando a lei.
    E poi sembrava che non avesse altro da dire. Ma poi glielo aveva detto.
    Le aveva detto che era come prima, che l'amava ancora, che non avrebbe potuto mai smettere d'amarla, che l'avrebbe amata fino alla morte.
    Marguerite Duras
    dal libro "L'amante" di Marguerite Duras
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Elisa M.
      Ho ritrovato una fotografia di mio figlio ventenne.
      È in California con le amiche Erica ed Elisabeth Lennard.
      È magrissimo, sembra un ugandese, però bianco anche lui. Trovo che ha un sorriso arrogante, un'aria di scherno.
      Vuol dare l'impressione trasandata di un giovane vagabondo. Si piace così, povero, con l'aria da povero, la goffaggine di un ragazzo magro.
      È la fotografia che si avvicina di più a quella, mai scattata, della ragazza del traghetto.
      Marguerite Duras
      dal libro "L'amante" di Marguerite Duras
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di