Scritta da: Rocco Trolillo
I suoi occhi sono chiusi. Come se si riposasse da una ferita senza fine. Quando lui dorme dimentico il colore dei suoi occhi ed a quel punto capisco che non è il suo viso l'ostacolo che ci impedisce di amarci, no, non il suo viso, no. Lo scopro grazie a lui.
Marco Poggi
Composta domenica 25 ottobre 2009
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Rocco Trolillo
    Scendendo dal treno, decido di attraversare il parco pubblico, proprio di fronte alla stazione [...] Noto alcuni tulipani, già fioriti, laggiù in fondo al parco. Credo che non li vedrà nessuno per tutto il tempo della loro vita. Rifletto su questo e sputo con disprezzo sulla terra in cui cammino, che condanna tutto ciò che vive ad essere solo.
    Marco Poggi
    Composta domenica 25 ottobre 2009
    Vota la frase: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di