Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Manuel Pellegrino
Il pensiero fine a se stesso appartiene ai deboli.
Non c'è soddisfazione che nell'atto.

Dimostra qualcosa, e verrai accettato.
Sorridi all'interno del tuo Io, e non avrai una sola possibilità.

I Bambini e i Sognatori: gli esclusi, i commiserati.

Dei della Filosofia, accoglieteci nelle vostre benevole braccia!
E insieme, come vecchi amici, brinderemo alla nobile arte, facendoci beffe di una esistenza insensata e autodistruttiva.

Quanto in basso sa cadere il genere umano!
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Manuel Pellegrino
    Credo di aver finalmente scoperto quale sia l'arte nella quale eccelle il genere umano.

    L'arte del Pregiudizio.

    Chiunque, anche colui che si definisca illuminato, non può esentarsi dall'elargire a se stesso, ogni giorno, almeno un piccoo pregiudizio.
    È come una droga.
    È come affermare "Dopotutto, sono migliore di te".

    Uno stile di sopravvivenza psichica.

    "Mors tua, vita mea": e ingrossare le fila della miseria umana.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Manuel Pellegrino
      Finché esisteranno genitori pronti ad immolare i desideri dei propri figli in nome di una morale precostituita.

      Fino a che vivranno uomini per i quali trarre profitto dalla carne di misere schiave non significhi altro che una norma di sopravvivenza.

      Fino a che la libertà sarà venduta come un bene di lusso a coloro che detengono il potere.

      Fino ad allora, sarà bene non sprecare fiato per elogiare la civiltà e la misericordia dell'Uomo.
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Manuel Pellegrino
        Quando immobile sulla riva dell'oceano ti sovrasta l'impeto dell'uragano e il fragore delle onde frantuma il più sciocco barlume di lucidità...
        Quando immerso nella pace sovrana della foresta i tuoi sensi si acquietano e come corpo morto ti fondi nel verde e nel blu...
        Quando marciando nell'alba invernale la gelida neve ricorda fantasie di bambino e calde fragranze di un natalizio convivio...

        In quei fulgidi istanti, fermati a pensare.

        E inchinati, uomo, alla magnificenza della Natura.
        Vota la frase: Commenta