Scritta da: samuele rovaj
La felicità non è un vuoto da colmare, quel vuoto forse continuerà ad esistere, e l'infelicità è causata da una nostra piccola dimenticanza. Per esempio, siamo felici accorgendoci che i nostri genitori si amano ancora, dopo anni di matrimonio. Per esempio, lo siamo dopo ore di pioggia, scorgendo il sole in lontananza. Per esempio, siamo felici dopo un sorriso ricambiato o uno appena accennato. La felicità è fatta di tanti piccoli "per esempio". A volte siamo infelici per questo; pur avendo tutto, dimentichiamo di avere bisogno dei nostri "per esempio".
Luigi Mattiello
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: samuele rovaj
    Sopravviveremo alle nostre sconfitte, alla vita che si allunga mentre il nostro tempo si ritrae, diminuisce. Sopravviveremo al benessere che aumenta ma la solitudine ci attanaglia, alla presunzione di sapere, lì dove non esiste intelligenza. Sopravviveremo alle regole dove non c'è buonsenso, alle persone che arrivano, a quelle che restano e a quelle che vanno via. Sopravviveremo a tutto questo, resistendo, aspettando qualcuno che non ci stravolga la vita, ma che semplicemente la ricomponga.
    Luigi Mattiello
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: samuele rovaj
      Nonostante i silenzi ininterrotti, i vuoti da colmare e la solitudine senza tregua, il tempo continuerà a passare e noi continueremo ad aspettare. E anche se l'attesa ci riporta ad oggi, che sembra avere il sapore di ieri e l'odore di domani, e anche se l'attesa aprirà cicatrici su baci mancati e solchi su visi, di lacrime appena cadute, continueremo ad aspettare. Perché l'attesa a volte, è la pausa che la vita si prende, tra la paura e il coraggio di osare.
      Luigi Mattiello
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di