Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Luca Donati
Ti ho inviato i miei sentimenti in un file compresso, la password era semplice, la password era facile, la password era quanto noi due ci siamo amati, quanto noi due ci siamo scritti baciati, abbracciati, arrotolati, scaldati, parlati, visti, emozionati, insultati guardati, sentiti, toccati, annusati, assaporati orientati nel cuore, rivisti riabbracciati. Senza limite senza forme senza orizzonte.
Perché ti ho sempre amata. Ti ho sempre in mente. Ti ho sempre. Ti ho.
Fisicamente; se non fisicamente, mentalmente; se non mentalmente in quel posto senza confini dove si plasma la materia dove lo spazio e il tempo non sono così amici e litigano come dei dannati, dove le emozioni prima o poi esplodono e creano scintille, creano scintille che vanno dappertutto e ci cadono addosso come comete, come stelle. E non saprei dirti, non saprei comunicarti, scandirti, verbalizzarti, tutto quel che sento dentro, nel sentimento, in un momento.
Certe parole non sono all'altezza di certi abissi.
Composta sabato 27 ottobre 2012
Vota la frase: Commenta