Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: alessia14
Io: Mi rifiuto di andare al gruppo di supporto.
Mamma: Uno dei sintomi della depressione è il disinteresse per le attività.
Io: Ti prego, lasciami guardare America's Next Top Model. È un'attività.
Mamma: La televisione è passività.
Io: Oh, mamma, per favore.
Mamma: Hazel, sei un'adolescente. Non sei più una bambina. Hai bisogno di farti degli amici, di uscire di casa e di vivere la tua vita.
Io: Se vuoi che io sia un'adolescente non spedirmi al gruppo di supporto. Comprarmi una carta d'identità falsa, così posso andare ai club, bere vodka e spararmi un po' d'erba.
Mamma: l'erba uno non se la spara, tanto per cominciare.
Io: Vedi? Questo è proprio il genere di cose che saprei se tu mi procurassi una carta d'identità falsa.
Mamma: Vai al gruppo di supporto.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: booksaddicted
    La verità è che tutte le volte che sono salita in cima al SunTrust Building – compresa quella volta con te – e ho guardato giù, non ho pensato che quello che vedevo fosse di carta. Guardavo giù e pensavo che quella fatta di carta ero io. Ero io la persona leggera e facile da piegare, non gli altri. E qui sta il problema. Alle persone piace l'idea di una ragazza di carta. È sempre stato così. E la cosa peggiore è che anche a me piaceva quell'idea. L'ho coltivata, capisci cosa intendo? Perché è fantastico incarnare un'idea che piace a tutti, però non potevo essere quell'idea anche per me stessa, non sempre.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: booksaddicted
      Dentro di noi si sono aperte delle crepe. Ognuno all'inizio è una nave inaffondabile. Poi ci succedono alcune cose: persone che ci lasciano, che non ci amano, che non ci capiscono o che noi non capiamo, e ci perdiamo, sbagliamo, ci facciamo del male, gli uni agli altri. E lo scafo comincia a creparsi. E quando si rompe non c'è niente da fare, la fine è inevitabile. Però c'è un sacco di tempo tra quando le crepe cominciano a formarsi e quando andiamo a pezzi. Ed è solo in quei momenti che possiamo vederci, perché vediamo fuori di noi, dalle nostre fessure e dentro gli altri attraverso le loro. Una volta che lo scafo va in pezzi, però, la luce entra. Ed esce.
      Vota la frase: Commenta