Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi di Jean-Paul Malfatti

Freelance, nato lunedì 30 giugno 1986 a Como (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Jean-Paul Malfatti
Se sei gay e la chiesa o il Papa ti dà sui nervi o ti fa incazzare nero, smettila di essere cattolico e punto. E se, malgrado questo, ti va di continuare ad essere solo cristiano, prosegui ad esserlo a modo tuo o come più ti piace... soprattutto perché Gesù non era cattolico e, a dirla tutta, né tantomeno cristiano.
Composta giovedì 19 settembre 2013
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Jean-Paul Malfatti
    Internet: Aumenta il numero di atei (o cosiddetti tali) che non sanno far altro che agire sotto l'impulso emozionale della ripicca sciocca e per niente di buon gusto, proprio come lo fanno i credenti fanatici e collerici che loro tanto odiano e combattano, ossia usare i social network per diffondere l'odio e la violenza verso quelli che non la pensano come loro o non li seguono nelle loro crociate. Se questo vuol dire "ateismo", allora è meglio che "Caini" e "Abeli" si abbraccino e si bacino convulsamente sotto un'unica sola bandiera, quella dell'ignoranza e della presunzione collettiva.
    Composta lunedì 14 aprile 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Jean-Paul Malfatti
      Non lasciamo che le nostre divergenze o punti di vista diversi su politica, religione, sessualità o altri temi sensibili e scottanti della nostra quotidianità rovinino l'amicizia che ci lega o che inizia a legarci. Queste cose valgono meno di zero se paragonate a sentimenti e emozioni che danno un vero senso alla vita.
      Composta lunedì 10 dicembre 2012
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Jean-Paul Malfatti
        Non si può negare che in questo mondo virtuale ci sono degli amici reali, veri e sinceri che trasformano i cyberspazi in e-paradisi, ma non dobbiamo dimenticare che oltre la rete c'è ancora quel vecchio mondo reale di cui facciamo parte e col quale, inevitabilmente, siamo in costante relazione.
        Composta martedì 8 marzo 2011
        Vota la frase: Commenta