La vita Ŕ crudele con chi non le concede spazi ampi per girare maldestra su se stessa la vita Ŕ amara per le sentinelle dell'anima pronte a segnare ogni suo sospiro la vita stringe il collo degli addetti al respiro come fa il calzolaio sul cuoio duro la vita Ŕ ebbra di gente che cade sui piedi fragili e sulle note amare di una strofa intonata piano la vita ride a chi la custodisce nei reni, dove cade l'acqua del corpo, la vita annega chi la deride e usa male il suo fuoco acceso la vita piange sempre nel fetore di un uomo morto sul marciapiede, senza riparo nÚ cibo la vita circonda ciascuno di fiato e sorrisi quando fermi la giostra, ascolti e con un tocco leggero annuisci.
Isabel Mil¨
Composta lunedý 27 maggio 2013
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di