Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi di Irene Pampanin

Giornalista pubblicista, nato a Agordo
Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: Irene Pampanin
Angolo di cielo e respiri. L’aria ti accarezza le labbra, ti entra nel naso e immagini il suo percorso: prima lungo il collo, poi giù fino ai polmoni finché non esplode per contaminare ogni parte del tuo corpo. La senti scivolare fredda e pura lungo le braccia, trattieni il fiato qualche secondo per ascoltarne il sapore. Sa di stelle, anzi, sa di sorgente o meglio, sa di qualcosa di indefinibile.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Irene Pampanin
    Ed ora erano insieme: solo che lui se ne stava andando e lei lo lasciava andare, sforzandosi di guardarlo come se tutti i giorni della loro vita fossero ancora lì, pronti per essere vissuti. Lui allargò le braccia verso di lei cercando di farsi spazio tra le rughe per riuscire a dirle "stringimi". Lei scostò da parte i suoi lunghi capelli e poi, con dolcezza, posò la guancia sul petto dell'uomo tra le cui braccia si era abbandonata per tutta la vita. Lui la sentì respirare tremando e desiderò con tutto se stesso di poterle fare una carezza, rimpiangendo un poco tutte le volte in cui non l'aveva abbracciata. Adesso l'avrebbe davvero lasciata per sempre e, quando tale consapevolezza si fece largo nella sua mente, si rese conto che morire o perdere lei, in fondo, era lo stesso: in ogni caso avrebbe perso la sua vita... ma che splendida vita!
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Irene Pampanin
      Allora vorresti alzarti, uscire e sederti in mezzo al prato insieme al grande cane bianco, uno accanto all'altro perché allora non ti sentiresti più sola. Ci sarebbe solo silenzio sotto l'immenso cielo stellato e anche se non sai dove sei, sotto quel cielo, riconosceresti casa tua e ritroveresti quanto meno chi sei tu. Qualcuno tra le stelle si perde ma qualcuno, ogni tanto, si ritrova.
      Vota la frase: Commenta