Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi di Guido Paolo De Felice

Chirurgo orale, nato venerdì 5 luglio 1985 a Caserta (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: G. De Felice
Ti ho amato per come mi sono visto nei tuoi occhi, per come mi sono avvertito nelle tue parole, per come mi sono assaporato sulle tue labbra e sfiorato sulle tue mani, perdendomi nel tuo odore. Mi hai sedotto, avvinghiato, posseduto e poi annientato. Ti odio perché usando il mio cuore ed i miei sentimenti come passatempo per lenire le tue velleità mi hai insegnato il significato della parola rancore.
Composta venerdì 25 novembre 2011
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: G. De Felice
    Ricorda: non c'è mai stato nessuno che abbia imparato ad amare senza aver sofferto. Proprio così come non c'è mai stato nessuno che abbia imparato a camminare senza cadere più e più volte. Tuttavia, le cadute in sé sono sopravvalutate: sono tutte le volte e il modo in cui ti rialzerai che permetteranno al tuo cuore un giorno di essere così diverso da brillare nel cuore buio di chi ti aspettava da sempre. Di chi, anche non conoscendoti, sapeva che prima o poi l'avresti trovata.
    Composta venerdì 25 novembre 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: G. De Felice
      Mi hai permesso di assaggiare le tue labbra e per questo mi sono drogato di te. Mi hai messo di fronte ai miei difetti, di fronte a ciò  non sarò mai capace di dare e mi hai accettato così come sono. E per questo io non ti dimenticherò mai. Hai scherzato con il mio cuore, ti sei presa gioco di tutti i miei sentimenti lasciandomi annegare in un angolo senza più un soffio di pietà. E per questo io ti odierò con tutto me stesso, fino in fondo, come non ho mai amato nessun'altra prima d'ora.
      Composta venerdì 25 novembre 2011
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: G. De Felice
        Mi hai guardato negli occhi e per questo ti ho notata. Mi hai saputo parlare in una lingua che sembravamo conoscere solo io e te, e per questo mi hai sedotto. Mi hai sfiorato e per questo ti ho desiderata come mai avrei creduto di poter volere nulla in questo mondo. Mi hai raccolto dal mio angolino di paure ed aperto i miei pugni chiusi, vincendo tutte le mie resistenze con quella tenerezza che ti è stata regalata e mi sono innamorato di te.
        Composta venerdì 25 novembre 2011
        Vota la frase: Commenta