Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Giulio Vergine
Credo semplicemente che la musica sia la colonna sonora della nostra vita e, come nei film, cambia a secondo dei momenti scanditi dai nostri stati d'animo. Pensate a quanto sia triste e vuota una vita senza musica, senza quelle sette note che ci regalano ogni volta un'emozione, un brivido. Quale altra forma d'arte potrebbe mai riempire i silenzi, i vuoti o i semplici momenti della quotidianità. Pensate a quante volte la musica vi è stata accanto a farvi compagnia quando intorno a voi non c'era nessuno, quando eravate solo voi e le vostre insicurezze, le vostre paure. Come potreste mai farne a meno di una ragione di vita? Di un suono, di una melodia che vi entra dentro sino a toccarvi l'anima. E cosa sarebbe infondo questa vita senza musica se non un quadro senza colori.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Giulio Vergine
    Ogni tanto abbiamo bisogno di fermarci un attimo, di mettere in pausa la nostra vita e riflettere su di essa. Nonostante lo cerchiate non troverete mai il tasto "rewind", per il semplice fatto che il tempo è l'unica cosa che non potrete mai controllare.
    Restate fermi e osservate come tutto in torno sia in continuo movimento, come le persone entrano ed escano dalla vostra vita, come vi trovate ad affrontare quei tanti piccoli ostacoli che ogni giorno vi si pongono davanti. Guardate come vi emozionate ancora un volta senza volerlo. Sì, è vero, il tempo non si può controllare, ma abbiamo la straordinaria opportunità di viverlo e di scegliere come meglio farlo.
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Giulio Vergine
      2500 anni fa un certo Aristotele in uno dei suoi scritti più celebri affermava "ogni popolo ha il governo che si merita". Sono passati molti anni da quell'affermazione e l'Italia continua ad avere il governo che merita il suo popolo ma un popolo che non merita l'italia. Ebbene si questo popolo non merita, una nazione, un territorio che ha nei suoi antenati e nelle sue radici una storia e una cultura così vasta che per secoli il mondo intero ci ha invidiato. Non sto qui a celebrare quello che è stato il nostro glorioso passato, chi ha studiato lo saprà bene ed anche meglio di me, chi non lo conosce invece, chi non conosce il proprio passato, farà parte di quella grande maggioranza di individui che ci hanno portato ad arrivare a questo triste punto nello scorrere inevitabile del tempo e della storia. Chiudo la mia parentesi citando altre brevi e concise parole: "chi ignora il proprio passato non avrà futuro". Insomma il vostro futuro, o meglio le basi per costruirlo sono state poste dai nostri antenati ma se non le conoscete non costruirete mai il vostro futuro, sarete solo comparse di un tempo non vissuto.
      Vota la frase: Commenta