Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi di Giacomo Lorenzini

Operaio, nato lunedì 22 dicembre 1975 a Fivizzano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giacomo Lorenzini
Quando sono sotto la doccia piango pensando a te. Ogni volta che appari ai miei occhi io non voglio esserti amico, anzi vorrei essere molto di più. Per essere amico devo starti distante. Ogni volta che siamo vicini il mio cuore ti chiama e mi fa soffrire. Tu in me cerchi amicizia, io subisco il tuo volere. Soffro in silenzio, quando chiedi a me certe cose io rispondo sempre con sincerità e senza doppi fini. Ho sofferto troppo ed è ora di non soffrire più. Rinuncio all'esserti vicino fisicamente, ricordati che nel momento del bisogno per te ci sarò sempre.
Composta domenica 5 luglio 2015
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Giacomo Lorenzini
    Or su il cuore batte con forza. Può essere amore, passione, paura o disperazione. Nonostante continua a battere, senza mai smettere. Continua la sua danza. È colpa della mente che non trova più un senso logico a tutte le sensazione che gli arrivano. Le sensazioni si mescolano tutte, creando confusione e il cuore batte anzi corre singhiozza si ferma poi corre di nuovo. Le sensazioni mescolandosi creano anche dubbi alla mente che non sa più cosa pensare. Il cuore e la mente non sempre sono d'accordo e forse per questo è il bello della vita.
    Composta martedì 25 febbraio 2014
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Giacomo Lorenzini
      Non correre, rallenta il ritmo frenetico della vita. Usa tutti i tuoi sensi per cogliere più informazioni dalle quali svilupperai nuove esperienze con le quali scoprirai di essere parte integrante della vita, così saprai che ogni tua azione comporta molteplici responsabilità, con esiti non necessariamente immediati.
      Composta sabato 29 novembre 2014
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Giacomo Lorenzini
        La verità assoluta non c'è. Tutti noi facciamo parte di un disegno immenso. Siamo come un granello infinitesimale di polvere rispetto a quello che circonda. Allo stesso tempo siamo noi con il nostro modo di fare che direttamente o indirettamente creiamo vita o morte. Nel nostro vivere quotidiano pensiamo quasi esclusivamente a noi stessi e siamo incuranti di quello che possiamo causare agli altri. Non siamo degni di essere giudici e giurie.
        Composta sabato 28 febbraio 2015
        Vota la frase: Commenta