Scritta da: Geppi Santamato
Avevi cinque anni, mi hai guardata negli occhi e sono diventata mamma. Eri nella sala di attesa del tribunale e ho provato subito un profondo rispetto per te che allargavi il tuo abbraccio a due estranei, venendo via con noi. Non era nostro il merito di aprirci a uno sconosciuto figlio altrui: era tuo il coraggio di affezionarti a noi, fidarti di noi e amarci facendoci diventare una famiglia!
Geppi Santamato
Composta domenica 16 ottobre 1994
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Geppi Santamato
    È un mistero in quale modo le parole possano passare dal cuoricino gonfio di una bimba in lacrime, al cuore accogliente della sua Mamma: eppure accade ogni volta, senza che nemmeno ce ne accorgiamo.
    E non ci sono limiti perché nel cuore di una Mamma c'è sempre tanto spazio!
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Geppi Santamato
      E poi i bambini di oggi fanno molta fatica a leggere: per leggere, infatti, è necessario far scorrere le pupille da sinistra a destra e poi ancora di colpo a sinistra, ma un po' più in giù... e via così fino alla fine della pagina. Poi si deve leggermente spostare la testa sulla destra per passare alla pagina successiva e ricominciare con il movimento delle pupille. Tutte operazioni che richiederebbero un allenamento quotidiano.
      Geppi Santamato
      Composta nel 2006
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Geppi Santamato
        Le storie non nascono mai per fermarsi dove sono partite...
        Devono attraversare il mondo e chi le ascolta diventa loro compagno di viaggio, raccogliendo pensieri e riflessioni che al momento della partenza non si potevano nemmeno immaginare e che durante il viaggio si arricchiscono, soprattutto quando si legge in compagnia!
        Geppi Santamato
        Composta lunedì 1 dicembre 2008
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di