Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Francesco Nitti
L'eterna ricerca della compagnia in grado di distrarci da ciò che siamo e da ciò che è il Mondo e la sua lotta per la vita. Per questo si resta con gli altri anche quando non si ha più nulla di interessante da dire, come se ci fosse mai stato qualcosa di realmente interessante da dire. Per abitudine. Per quell'atavico desiderio che ci spinge a tenerci compagnia, a parlare di sciocchezze, a ripeterci l'un l'altro che non c'è nulla oltre l'attimo.
Vota la frase: Commenta