Questo sito contribuisce alla audience di

Aforismi di Fabio Privitera

Consulente informatico, nato lunedì 24 aprile 1978 a CATANIA
Questo autore lo trovi anche in Poesie, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Fabio Privitera
Seguo i tuoi movimenti come li conoscessi da una vita, mentre nulla più separa le nostre pelli, scivoli sulle mie vertebre lasciando i brividi ad accendere il piacere di cui è intriso il mio ventre. E adesso ti prego smetti di possedere soltanto un corpo, ma danza sulla mia anima, fino a farmi sentire i tuoi sensi dentro ogni mio senso, perché tutto questo tra poco finirà e non potrei sopportare di non sentirti in me dopo mille giorni da adesso. Danza e non smettere, che una musica continua anche dopo che la puntina ha abbandonato il disco.
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Fabio Privitera
    Non è facile affidarsi a una persona. Ti ci perdi dentro, e se è lei che perdi o va via, non ti trovi più. Dal fondo - perché hai la percezione di dove ti trovi, ed è questa la disperazione - provi a risalire, ed ecco che scopri cosa ti manca: non hai più le mani. Vedi persino dove aggrapparti ma non senti di avere le mani, né le gambe, e senza arti sei solo un barile sul fondo che rotola e non si solleva.
    Composta martedì 15 settembre 2015
    Vota la frase: Commenta