Questo sito contribuisce alla audience di

Frasi celebri di Fabio Meneghella

Nato mercoledì 25 maggio 1988 a Bari (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Scritta da: Fabio Meneghella
Una nube gelida s'innalza ad ogni suo battito, mentre due stelle aprono le loro palpebre al mondo, per la prima volta. Essa accarezza e oscura il cuore, quando gli occhi insegnano a scoprire! Ma un non vedente non potrà mai descriverti un tramonto, allo stesso modo un non credente non potrà mai vedere la realtà! Gli occhi scoprono il già vissuto, sono un ottimo strumento d'inganno, credono a ciò che vogliono credere. E non ci si accorge di quanto la nube gelida, innalzatasi alla nascita ad ogni battito del cuore, ci oscuri gli occhi del cuore! Ma c'è una forza, una costante adrenalina, un potere sovrannaturale, che comincia a scorrere nei meandri dell'inconscio, disgregando e aprendo, come un sole dietro una nuvola, gli occhi del cuore! E questa forza la si assorbe molto lentamente negli anni, la si conosce, la si apprende, la si confuta e la si contempla, cominciando a vedere il bene e il male, e osservando la propria vita diventare molto lentamente, sempre più simile ad un universo, dove tutto è al suo posto, dove tutto ruota e funziona alla perfezione, come se dietro questa perfezione ci fosse una mano! Questo potere lo si trova nella Parola di Dio, nei suoi vangeli!
Composta sabato 24 marzo 2012
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Fabio Meneghella
    La vita è un po' come chiudere gli occhi e non sapere in quale sogno si vivrà! Ma un giorno, quando ci sveglieremo, passeremo l'eternità a raccontare il nostro sogno, sogno che chiameremo Vita!

    Life is like closing your eyes and not knowing in which dream you will live! But a day, when we'll wake up, we'll spend the eternity to tell our dream, a dream that we'll call Life!
    Composta sabato 24 marzo 2012
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Fabio Meneghella
      Leviterò in un oasi di pace e di vera felicità, un paradiso in armonia con l'eterea anima, pennellata da una perenne "ora dorata", un luogo recondito in una zona ortiva. Dove la libertà di pensiero e di osservare si svegliano al crepuscolo, prima che il fulgido Sole cominci a stropicciarsi le sue lingue di fuoco, rinfocolando l'aerea atmosfera, resa invisibile da una sfinge notte! Dove l'olfatto si bea di un profumo ormai ignorato in una metropoli! Ora una nuova idea sento issarsi nella mia mente, e una mano lambire l'anima, elucubrando una meditazione, che con impeto spalanca le porte dell'ingegno. L'ingegno riemerso proprio in quel luogo, proprio lassù... dove l'uragano strizza l'occhio all'universo!
      Composta martedì 5 marzo 2013
      Vota la frase: Commenta