Scritta da: Dino Di Girolamo
Non vivo in me stesso, ma divengo parte di ciò che mi circonda; e per me, i monti elevati sono un sentimento, ma il brusio delle città umane una tortura: vedo nulla di odioso nella natura, eccetto l'essere una maglia riluttante di una catena carnale, tra le creature collocato, quando l'anima può fuggire, e con il cielo, le vette, l'ansante pianura dell'oceano, o delle stelle, può unirsi, e non invano.
Dino Di Girolamo
Composta sabato 3 dicembre 2011
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Dino Di Girolamo
    Quante volte si piange... o per telefono, o davanti al computer
    o davanti allo specchio... o quando si sta sul letto mentre tutti non sentono mentre intorno a noi non c'è nessuno, mentre siamo circondati dal nulla... quante volte abbiamo pianto e quante volte ogni lacrima che è scesa nei nostri occhi è stata provocata dalla rabbia, da una delusione, dalla tristezza o per sfogo o per felicità... ogni lacrima che scende contiene il 99 % di sentimenti e la restante parte, quell'1 % è solamente una piccola e minuscola goccia...
    Dino Di Girolamo
    Composta domenica 27 novembre 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Dino Di Girolamo
      Scrivere è come amare?
      No!
      L'amore soddisfa...
      se corrisposto,
      scrivere no...
      a volte penso sia solo un inutile passatempo...
      una pura illusione...
      Scrivere
      è insoddisfazione...
      è mancanza di qualcosa...
      Posso scrivere che ti amo...
      ma non sarà mai come dirtelo e ricevere un tuo sorriso...
      scrivere è una tremenda illusione...
      questo è quello che penso...
      eppure continuo a scrivere...
      perché?...
      Dino Di Girolamo
      Composta sabato 26 novembre 2011
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Dino Di Girolamo
        Spesso chiudevo gli occhi
        e immaginavo un prato in fiore...
        un cielo azzurro con nuvole bianche
        che mi invitavano a volare...
        un mare dal colore cangiante...
        verde... azzurro... bianco...
        le onde che si infrangevano a riva...
        Ma aprendo gli occhi,
        davanti a me potevo vedere solo un muro grigio...
        e poca luce...
        e non capivo neppure da dove quella piccola luce
        potesse arrivare...
        Nel corso della mia vita...
        ho chiuso spesso gli occhi e sono riuscito sopravvivere,
        grazie ai miei sogni e ai miei desideri...
        in attesa di riuscire ad abbattere quel moro grigio...
        oggi chiudo ancora gli occhi...
        e quando li apro...
        vedo ancora il muro grigio... ma è lontano
        lontano...
        in mezzo ad un mare meraviglioso...
        e per di più...
        il muro ha un grande buco in mezzo...
        non sono riuscito d abbatterlo completamente...
        ma... ci sono passato attraverso...
        seguendo quella piccola luce che riuscivo a vedere...
        Dino Di Girolamo
        Composta giovedì 17 novembre 2011
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di