Lei stava vivendo uno dei suoi momenti di chiusura, tipo quando ti attraversa un tir a tutta velocità, lasciandoti addosso quella sensazione di pesantezza quasi artefatta, come se ogni singolo pezzo di quel tir le fosse rimasto incastrato in ogni centimetro della sua pelle. Ma lei era fatta così, si faceva attraversare da tutto e tutti e poi inevitabilmente ne rimaneva segnata, nel bene e nel male.
Cavolata Velia
Vota la frase: Commenta
    Ad un tratto capita un giorno, in cui ti rendi conto che forse le persone che sono intorno a noi, e fanno parte della nostra vita, non ci abbiano mai ascoltati veramente e che non abbiano mai ascoltato le nostre richieste d'amore, di aiuto o la nostra richiesta di un abbraccio. Ma non di un abbraccio fatto solo di arti, di mani e di braccia, ma fatto con il cuore, con amore sincero. Ma in fondo, a chi non fa paura amare? In fondo forse ci stringiamo troppo senza abbracciarci mai veramente...
    Cavolata Velia
    Composta mercoledì 26 novembre 2014
    Vota la frase: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di