Scritta da: DREAMER
Arriverà quel giorno prima o poi. Lo spero.
Arriverà il giorno in cui capirò che posso fare a meno di tante cose e anche di tante persone. Di quelle persone che metto in cima a tutto, ma che per me non fanno lo stesso, quelle per cui farei di tutto, ma che per me non fanno nulla, nemmeno un gesto piccolo per farmi capire che ci tengono a me. Allora il dubbio sorge spontaneo, che non tengano a me? Possibile.
Allora spero che arrivi presto il giorno in cui imparerò a farmi scivolare le cose addosso, senza prendermela più di tanto se do tanto e non ricevo niente in cambio, a non aspettarmi troppo dalle persone, perché la grande maggioranza di loro puntualmente ti deludono e ti lasciano lì, a chiederti come hai fatto ad investire così tanto su qualcuno che poi non valeva nulla.
Arriverà il giorno in cui non mi importerà più se le persone "importanti" non mi cercano, non si interessano a me, mi prendono in giro fingendo che a me non importi, tanto sono forte, tanto sono matura e capisco quando fanno così. Arriverà il giorno in cui non sarò sempre io a dire "ti voglio bene" o "sei importante", a non essere quella che cercano solo quando c'è un problema. Arriverà il giorno in cui non farà più male...?
Carolina Angeli
Composta mercoledì 7 dicembre 2011
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: DREAMER
    Il destino, non so se ci sia o no, ho sempre pensato che la vita è come te la crei. So solo che a volte capita, per coincidenza o meno, che due persone si incontrino e segnino inevitabilmente e profondamente l'una la vita dell'altra, succede anche che si dividano, ma il legame che hanno creato è talmente forte, che non si spezza. Anche se litigano, si allontanano, sanno sempre che quella persona speciale, è parte della loro vita. Il loro porto sicuro, e per paura della sicurezza a volte, se ne vanno per mare, dicendo che non serve un porto dove poter tornare, ma alla fine è sempre lì che tornano, si avventurano in mare come Ulisse, alla ricerca di qualcosa che manca nella loro vita, ma poi si rendono conto che tutto quello che gli serve già ce l'hanno a casa loro, nel loro porto sicuro. E così come Ulisse tornò a Itaca da Penelope, così i nostri viaggiatori tornano al loro porto sicuro, l'unico posto che realmente amano, anche se a volte sembra impedirgli il volo, l'unico posto in cui sanno che verranno realmente amati.
    Carolina Angeli
    Composta domenica 12 luglio 2009
    Vota la frase: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di