Scritta da: Carla Compierchio
Prendiamo una scatola di cioccolatini. Le confezioni sono tutte belle ed invitanti, ce ne sono di tanti gusti e forme. Capita che a volte si può trovare qualche cioccolatino rotto che puntualmente viene scartato. Dio un giorno invece ha scelto di prendere da quella scatola che è il mondo, il cioccolatino rotto che era la tua vita. Non lo ha scartato, anzi lo ha "preferito" agli altri, perché lui sapeva che ti sentivi triste, insoddisfatto e ti saresti volentieri "buttato". Adesso sei una persona nuova, perché Dio in te ha infuso la speranza, ha sanato la tua anima. Oggi hai una diversa considerazione di te, perché ti vuoi bene, e sai che anche un cioccolatino rotto ha lo stesso "gusto" degli altri.
Carla Compierchio
Composta mercoledì 11 settembre 2013
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Carla Compierchio
    Io, tu, lui, lei, tutti noi, non siamo perfetti, siamo solo "conformi" ai lineamenti che ha stabilito lo "standard" degli umani. Abbiamo molti "difetti", manchiamo in molte cose, ma al contrario di molti genitori che abbandonano i figli con problemi fisici, Dio non ci abbandona, ci accoglie e ci ama. Un handicap fisico è evidente e molti spesso si arrogano il "diritto" di giudicare. Ma nel nostro intimo quanti handicap abbiamo? Chi beve, chi ruba, chi picchia, chi stupra. Non si vedono al di fuori, ma Dio li vede, quindi quando saremo dinanzi a lui l'handicap fisico non sarà un ostacolo, quello dell'anima sì, allora non giudichiamo l'esteriorità e curiamo la nostra interiorità.
    Carla Compierchio
    Composta martedì 10 settembre 2013
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Carla Compierchio
      Ho messo il mio cuore nelle tue mani, perché la dolcezza del tuo parlare e del tuo agire mi hanno conquistata. Molto spesso mi sono sentita fuori posto e sbagliata, ma tu mi hai aiutata a comprendere che era il mondo che mi girava intorno ad esserlo. Il nostro incontro non è stato un "caso", ne sono certa e non sarà il "caso" a separarci. Se riusciremo a non far entrare nei nostri cuori la diffidenza, se ogni volta che essa farà capolino, ci ricorderemo dei nostri momenti bui quando ci siamo soccorse, delle nostre gioie condivise, delle nostre risate, continueremo ad essere quello che sappiamo di essere: anime profondamente unite che camminano affianco.
      Carla Compierchio
      Composta domenica 1 settembre 2013
      Vota la frase: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di