Scritta da: Antonio Curnetta
Non desiderare le rose di un altro giardino, calpestando le margherite che crescono ai tuoi piedi. Non desiderare chi ti ignora, trascurando chi ti sorride e chi silenziosamente ti è sempre vicino. Non desiderare di essere altrove, sottovalutando le meraviglie che ti circondano. Non desiderare di essere qualcun altro, dimenticando le grandi qualità che hai. Sei infelice perché sei cieco. La felicità non è nelle cose che si desiderano, ma in quelle che già si possiedono e nel modo in cui si vivono. Essere felice dipende soprattutto da te.
Antonio Curnetta
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di