Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori frasi di Antonio Buffalo

Ascoltare il Silenzio, nato lunedì 4 settembre 1972 a Roma (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Racconti.

Il pensiero è una classificazione della mente che agisce per giudizio indiretto, l'idea del pensiero di un Dio perfetto classifica l'uomo, a sua volta perfezione, visto che lo stesso pensiero che ne subisce l'atto dello stesso pensiero di perfezione risulta equo con lo stesso pensiero di Dio, quindi se io sono un essere pensante quindi deduco che il mio pensiero di Dio è trovare in esso un essere perfetto, ma è il pensiero di esso che mi porta ad una perfezione non contaminata, ma il pensiero è esistenza? Se così fosse allora Dio non è perfetto ma è il risultato della nostra imperfezione per essere perfetti, l'idea di Dio invece è una qualificazione di tutti i pensieri veri e non, quindi rimane l'esistenza di Dio che è un ipotesi di valori determinata da due funzioni: "la scelta e la sua funzione" la scelta è decidere se un Dio è un giudice dei propri mezzi con la quale usiamo il suo nome, la funzione è la proiezione con la quale noi qualifichiamo la sua potenza, quindi in entrambi i casi c'è un'idea che un pensiero, l'idea è l'alchimia di un qualsiasi movimento "vita" il pensiero è la conoscenza a posteriori di come sia fatta la sua immagine e somiglianza dall'alchimia stessa dell'idea.
Vota la frase: Commenta
    Nel suo silenzio, allevia il dolore, calma le onde del desiderio, del volere, dell'amore, l'assoluto diventa inaccessibile, l'accessibile provoca dimenticanza, la sua voce rende schiavi, ovunque sia, può recare infelicità della felicità stessa, non compresa dalla ragione, ecco lo spunto, l'intelligenza compie il suo passo, via la strada, adesso è luce, il suo tocco scuote le membra, la sua voce condiziona l'evento, ecco la porta, si apre, solo adesso comprendo il suo valore, i sensi demoliscono le menti, arriva secondo la scelta, condanna del giudizio resta incompresa, ma compresa nel giudizio, dubbio per alcuni, fede per altri, io entro ed esco, ma nessuno mi ascolta, delicata nell'attesa, ma grande nel suo lavoro, creata per decidere la propria scelta che non può scegliere, l'uomo sceglie, nessun destino, nessuna penitenza, è la perfezione incompleta.
    Composta martedì 17 novembre 2009
    Vota la frase: Commenta