Le migliori frasi di Antonella Pani

Questo autore lo trovi anche in Poesie.

Scritta da: Jole Breads
Cos'è l'amore?
Ci sono i surrogati dell'amore,
Chi può veramente dire di aver amato o chi realmente sa quando siamo stati amati?
C'è la cotta adolescenziale, l'infatuazione, l'amore platonico, l'amore che vive solo attraverso il corpo e nient'altro.
Poi è successo qualcosa, d'improvviso ho guardato il mondo con occhi diversi
Ho iniziato a sognare
Mi sono sentita invincibile e immortale
Dea bellissima e molto desiderata, e mi sono accorta
che nella mia vita sei entrato tu.
Antonella Pani
Composta domenica 20 novembre 2011
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Jole Breads
    Prendi tutto quello che ho da dare,
    gli altri non hanno saputo cosa farne
    Hanno lasciato che ogni cosa gli ho dato svanisse nell'aria, non curanti che il vento lo portasse via e io ho continuato a svuotarmi l'anima per loro che non prendendola l'hanno lasciata in fin di vita sull'asfalto ormai del tutto priva di forza, senza quell'energia che l'alimentava
    Ora con fatica l'energia è tornata, non è tantissima e ho bisogno di donarla, tenerla per me non ha alcun senso, almeno non andrà persa.
    Antonella Pani
    Composta lunedì 4 luglio 2011
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Jole Breads
      Che assurdità l'amore, quante emozioni, sensazioni e parole per descriverlo.
      Non basterebbero, un unica parola per racchiudere in se molteplici significati che cambiano a seconda di come ognuno di noi lo vive.
      Può darci infinite energie o può renderci completamente fragili
      Può causarci entrambe nell'arco della stessa storia d'amore,
      ma io voglio ricordare solo il bello e il buono che mi hai donato.
      Antonella Pani
      Composta domenica 20 novembre 2011
      Vota la frase: Commenta
        Scritta da: Jole Breads
        Lasciami stare nella mia tristezza, nel mio crogiolo di speranze ormai appassite, lascia che il fuoco che ha arso a lungo diventi cenere. Lasciami qui, in balia del tempo che scorre inesorabile, lascia che il vento mi accompagni dolcemente in un altro luogo. Non cercarmi ancora, non chiamarmi, da lì non c'è ritorno. La giovinezza con le sue gioie e aspettative è presto andata, tutti prima o poi vanno via, anche quel sorriso che per ultimo rimase con me. Lei, ecco, solo lei, la solitudine, eterna compagna di sempre, lei rimane, fa parte di me, è intrinseca nel mio divenire. Per lei gli altri mi hanno lasciato e ora anche tu le cedi il posto, lasci Lei a burlarsi di me.
        Antonella Pani
        Composta martedì 2 ottobre 2012
        Vota la frase: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di