Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna Monacelli
Perché hai così tanta fretta di crescere? Non ti sazia più il latte della mamma. Prima il mondo erano le sue braccia, il suo petto; ti è bastato voltarti per scoprire quanto lontano tu possa andare. Perché hai così tanta fretta di crescere? Non lasciare le bambole sole, abbandonate ai ricordi dell'infanzia. Non togliere le rotelle alla tua bici. Non smettere di chiamarla la notte. Perché hai così tanta fretta di crescere? Corri ancora piangendo da lei, che sola può curare le tue ferite. Lascia la porta della tua camera aperta, perché possa entrarvi come mamma e possa uscirne come amica. Perché hai così tanta fretta di crescere? Presto sarai donna, sarai mamma, sarai cresciuta; eppure nel suo cuore rimarrai sempre una piccola e fragile creatura da stringere al petto.
Composta martedì 12 luglio 2016
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Anna Monacelli
    Era anziana. Non riusciva più a camminare, ma poteva ancora viaggiare. Io ero la sua compagna di viaggi. Mi portò nei luoghi della sua infanzia, conobbi le persone con cui aveva riso e pianto e mi insegnò vecchie canzoni. Poi stanca di parlare, iniziò ad ascoltare. La portai con me nelle mie giovani fantasie; finché un giorno, stanca anche di ascoltare, fece un ultimo viaggio da sola, in silenzio.
    Composta giovedì 23 giugno 2016
    Vota la frase: Commenta