Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna Monacelli
La paura di cedere e cadere ti ha messo con le spalle al muro.
Serri i pugni per non far scappare quella maledetta carezza.
Le tue labbra sono chiuse, per non sussurrare quelle parole, perle di felicità o frecce avvelenate.
Il cuore batte al ritmo alternato dell'amore e della rabbia.
Lo stomaco si ribella e la tua anima strilla.
Ma il tuo feroce orgoglio lascia che la tua vita si trasformi in ombra. In quell'ombra riderai e ballerai; mangerai e festeggerai, ti vanterai di quanto tu sia stato forte appoggiato a quel muro.
Il sapore amaro del ricordo diverrà abitudine e lo porterai come un fardello, di cui non sentirai più il peso.
Composta mercoledì 11 marzo 2015
Vota la frase: Commenta