Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Anna Monacelli
Questa mia umana, materna ed egoistica presunzione di saperti sicura solo tra le mie braccia, mi rende debole ed insicura davanti alla tua talentuosa curiosità. Vai mia bambina, corri verso la tua felicità. Quando ti sentirai smarrita dovrai solo seguire quel sottile, eppur resistente filo, che da sempre lega il mio cuore al tuo e troverai sempre un giaciglio sicuro tra le braccia della mamma.
Composta giovedì 12 marzo 2015
Vota la frase: Commenta
    Scritta da: Anna Monacelli
    Perché hai così tanta fretta di crescere? Non ti sazia più il latte della mamma. Prima il mondo erano le sue braccia, il suo petto; ti è bastato voltarti per scoprire quanto lontano tu possa andare. Perché hai così tanta fretta di crescere? Non lasciare le bambole sole, abbandonate ai ricordi dell'infanzia. Non togliere le rotelle alla tua bici. Non smettere di chiamarla la notte. Perché hai così tanta fretta di crescere? Corri ancora piangendo da lei, che sola può curare le tue ferite. Lascia la porta della tua camera aperta, perché possa entrarvi come mamma e possa uscirne come amica. Perché hai così tanta fretta di crescere? Presto sarai donna, sarai mamma, sarai cresciuta; eppure nel suo cuore rimarrai sempre una piccola e fragile creatura da stringere al petto.
    Composta martedì 12 luglio 2016
    Vota la frase: Commenta
      Scritta da: Anna Monacelli
      C'era un campo di margherite, è stata la mia primavera. Con esse mi sono adornata il capo intrecciando una corona; ho abbellito la mia casa e le ho ammirate come se potesse splendere sempre il sole. Invece le nubi si sono affollate, il sole ha iniziato a non splendere più come prima. È arrivato l'inverno e i fiori sono appassiti. Ma se penso al loro profumo sorrido e mi sembra di risentire quei piccoli e delicati steli tra le mani. Fiduciosa aspetto nuovamente la mia primavera, fiduciosa so che torneranno nuovamente le mie margherite.
      Composta mercoledì 18 marzo 2015
      Vota la frase: Commenta