Scritta da: Andrea De Candia
La lacrima è un miracolo di purezza incontaminata: Il sole neromarrone "dell'iride-pupilla" non scompare, la nuvola della sclera non lo copre del tutto, semmai lo circonda; i gabbiani delle ciglia non si scompongono, rimangono lì al loro posto; e quando comincia a piovere sui piedi della terra, cadono gocce sempre linde e trasparenti, mai nere, marroni o neromarroni: come se a piangere fosse sempre la sclera e mai "l'iride-pupilla".
Andrea De Candia
Composta sabato 20 febbraio 2016
Vota la frase: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di