Questo sito contribuisce alla audience di

Sappiamo di persone che si ammazzano o restano rovinati a vita per il malgoverno, per essere stati additati ingiustamente come mostri dalla stampa, per essere stati vittime di malagiustizia, di ingiustizie, per essere stati derubati, offesi, privati della dignità. Eppure non so di un giudice che si sia ammazzato o dimesso per avere emesso una sentenza ingiusta. Non so di un avvocato che si sia ammazzato o autodenunciato per aver fatto assolvere un colpevole e fatto condannare un innocente. Non so di un politico che si sia ammazzato o ritirato per avere mal governato. Non so di un giornalista che si sia ammazzato per avere rovinato la reputazione di qualcuno, o che abbia chiesto scusa e cambiato mestiere. Non so di qualcuno che si sia rifiutato di fare il proprio dovere perché le disposizioni gli ordini ricevuti non erano giusti. E credo che difficilmente mi accadrà di vederlo.
Composta sabato 21 novembre 2015
Vota la frase: Commenta