Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Alberto Martini
Rivisitando i posti che furono spettatori di momenti di indimenticabile e irraggiungibile felicità mi sono reso conto di quanto ancora mi faccia male la tua assenza. Come fossero frammenti di quell'impenetrabile vetro capace di filtrare ciò che di malvagio e corrotto vi è in questo mondo.
Tornandovi inevitabilmente mi ferisco su di quegli acuminati cocci.
Vota la frase: Commenta